Davide e le “foglie di gelso”

Condividi con

Ieri sera, al termine del primo test match contro la coriacea nazionale giapponese, terminata 3 a 1 a favore delle nipponiche, ho sorriso ripensando ad una frase, attribuita a Confucio, che ho avuto occasione di leggere, forse per caso, qualche giorno fa: “con il tempo e la pazienza ogni foglia di gelso diventa seta”.

Pazienza, doveroso averne. Doveroso essere pazienti, soprattutto da parte di noi tifosi a bordo campo, molti dei quali, concedetemi la battuta, tecnici del solito bar sport. Occorre lasciar lavorare, con tranquillità, senza eccessive ansie da prestazioni immediate, il tecnico, il suo staff, il suo gruppo di atlete.

Una pazienza che significa fiducia. E credo che Davide Mazzanti ne meriti molta, per i risultati ottenuti, per le scelte, coraggiose, effettuate, per la totale assunzione di responsabilità del suo ruolo. Credo che fiducia meritino le atlete, ragazze serie, professioniste con qualità tecniche ed umane eccellenti. Molte di loro ieri sera hanno indossato per la prima volta la maglia della Nazionale Seniores. A proposito, per gli amanti delle statistiche, un terzo delle convocate alla Volleyball National League, il primo appuntamento internazionale nell’agenda della nostra Nazionale, è composto da atlete “esordienti”.

Certo si tratta di ragazze che a livello di Nazionali giovanili e club hanno già ottenuto  ottimi risultati, conquistando altresì premi e riconoscimenti internazionali. Penso ai due Mondiali giovanili vinti dalla centrale Lubian, ai riconoscimenti individuali quali MVP e miglior centrale ricevuti rispettivamente da Pietrini e Fahr a Rosario (Mondiale Under 2018, 2017), all’eccellente annata di Mingardi, Olivotto, Berti, Spirito e Degradi con i rispettivi club.

Insomma, parafrasando Confucio, le foglie di questo gelso azzurro sono forti, splendide e promettenti. Per la seta più preziosa, magari tinta oro, diamo tempo al  giardiniere, alle sue cure e alle sue abilità.

Senza dimenticare mai che, la Nazionale si tifa e si ama, a prescindere da ogni risultato. Con il cuore, sempre.

(Foto Federvolley)


Condividi con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *