Stefano e Giovanni, avversari dalla stessa parte della rete…

Condividi con

Estate 2007. Undici anni fa. Due ragazzi, amici con una straordinaria passione in comune, si salutano con il sorriso e un pizzico di nostalgia.  Sono Giovanni l’allenatore e Stefano, il suo vice. In quella cittadina fra Torino e il Monferrato (Chieri, ndr) hanno condiviso, fianco a fianco, due anni di lavoro, emozioni, esperienza, vita.  Hanno percorso insieme  un pezzo di quella strada che un giorno,  oggi, undici anni dopo, li porterà a giocarsi, da avversari, la più importante manifestazione dedicata ai sestetti campioni continentali: il Mondiale per Club del loro sport, la pallavolo femminile.

Da Chieri a Shaoxing, in Cina. Anni e chilometri di distanza. Giovanni e Stefano li hanno vissuti e percorsi con la stessa passione, umiltà e dedizione; con lo stesso sorriso da bravi ragazzi ed eccellenti allenatori. Figli di quella scuola tricolore  che ha sfornato uomini capaci di vincere, e insegnare a farlo, a qualsiasi latitudine.

Giovanni e Stefano si ritroveranno avversari dalla stessa parte della rete: quella delle persone perbene, leali, competenti e capaci, che arrivano, con merito e passione, a giocarsi una Coppa del Mondo. Lo faranno con l’agonismo e con la voglia di vincere che li ha resi due dei migliori allenatori del panorama nazionale. Lo faranno con quel rispetto che è insito in ogni uomo di sport e con quell’amicizia che, come un prezioso cimelio, si sono portati in giro per il Mondo. Per conquistare il Mondo.

Dalla stessa parte della rete… con il cuore, sempre.


Condividi con

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *